‘Na sboconàdha, un sorso

This reading was recorded by Alessandro Mistrorigo at Phonodia LAB in Venice, Italy, on the 18th of October, 2013.

Read by Fabio Franzin on 18 October 2013

‘Na sboconàdha, un sorso

‘Na sboconàdha, un sorso
de aqua fra un tòc e cheàltro
e fra un tòc e cheàltro ‘na
paròea, un pensièr, un sorìso.
Fra un tòc un ricordo, e fra

--------------------cheàltro un rimorso, e prima
--------------------vièn el tòc e dopo tut el resto,
--------------------e fra un tòc e cheàltro l’é un
--------------------capo che te varda e dopo l’é
--------------------un tòc che pensa e un operaio

a tòchi, el pensièr che ’l tòc
vegne ben e ‘a paura che
invezhe el sie stort, che
aa sera i tòchi i sie massa
pochi, che i se spete via

--------------------dae man, che i ne ‘asse
--------------------‘ndar casa. E prima dei
--------------------tòchi l’é ‘l pensièr de tuti
--------------------i tòchi che ‘ne spèta, là,
--------------------e ‘l pensièr de èsser tòchi

anca noàntri; che fra un tòc
e cheàltro de noàntri reste
el tenpo de darse un baso,
de dirse ‘na paròea soea.
E che i pòsse incastrarse.

from Fabrica e altre poesie (Borgomanero: Ladolfi, 2013)

Italian translation:

Un morso, un sorso / d’acqua fra un pezzo e l’altro / e fra un pezzo e l’altro una / parola, un pensiero, un sorriso. / Fra un pezzo un ricordo, e fra // l’altro un rimorso, e prima / viene il pezzo e dopo tutto il resto, / e fra un pezzo e l’altro c’è un / capo che ti osserva e poi c’è / un pezzo che pensa e un operaio // a pezzi, il pensiero che il pezzo / venga bene e il timore che / invece venga storto, che / alla sera i pezzi siano troppo / pochi, che si stacchino // dalle mani, che ci lascino / tornare a casa. E prima dei / pezzi c’è l’ansia per tutti / i pezzi che ci attendono, in fabbrica, / e il pensiero di essere diventati pezzi // anche noi; che fra un pezzo / e l’altro di noi rimanga / il tempo per scambiarci un bacio, / una parola, una sola. / E che possano incastrarsi.

Share this Poem with your co-workers or friends