Nel Guadalmedina

This reading was recorded by Alessandro Mistrorigo at The University of Nottingham, in Nottingham, UK, on the 9th of December, 2013.

Read by Davide Castiglione on 9 December 2013

Nel Guadalmedina

---------------------------------si gioca a palla,
così ai bimbi non pesa
l’assenza d’acqua. Il cemento, disarmato,
concede ai giochi più di quanto
sottrae all’estetica, alla vanità dei lampioni.
Ricostruzioni,
qualche casa sventrata, un edificio
senza tetto, scorporato dal sole, verso l’ascesi.
Non sono una città
nata da venti giorni e un’altra lingua
di spiaggia
a distrarmi dagli abissi,
sarà qualcos’altro. A volte
una metafora alloggia
da clandestina in Puerta Nueva,
le dico non voglio, a tra sei mesi
rimani qui.

from Per ogni frazione (Udine: Campanotto, 2010).

Share this Poem with your co-workers or friends