occhi lucidi – ride, sdentata

This reading was recorded by Alessandro Mistrorigo in Parma, Italy, on the 25th of May, 2014.

Read by Roberto Minardi on 25 May 2014

occhi lucidi – ride, sdentata

occhi lucidi – ride, sdentata.
i ricci bianchi, grigi e crespi brillano
quando sta al sole e la sua risata
vuole trasmettere allegria agli ospiti –
verso il nipote, seria, grida disgraziato.

mi stringe il collo in segno di affetto,
ci serve uova ai bordi bruciacchiate
in un terrazzo rustico, all’aperto –
un pomeriggio di beata pienezza
a consumare ciò che c’è sui piatti.

l’ulivo ci fa ombra, stiamo al fresco,
e dalla casa sull’altro cucuzzolo,
una signora fa – ne fa fresco
lì dove voi sedete? che si dice?
allungo il braccio, cauto, impugno il fiasco.

buonasera– fa il coro – a favorire...
il pane impregna, il vino dilata,
intervallati da strilli e il guaire
di un cane che è legato e fa la guardia.
resta in grembiule, lei, pronta a servire.

from Il bello del presente (Cremona: Edizioni Tapirulan, 2014).

Share this Poem with your co-workers or friends