pronunciato a 7 gradi sotto zero

pronunciato a 7 gradi sotto zero

pronunciato a 7 gradi sotto zero
il nome tuo
riscaldato dal freddo ripetuto
a mente

assorda questo rosario

fino a quando sarò costretto a deporre
il niente
nella palma polare di questo flutto
a fuggire la foce
gli irreversibili mari di stento
spingendomi forse di troppo in là a mai
nell'estinzione dell'onda
di ciò che giaccio in lontananza ti ascolta

e dopotutto attraverso barricate solchi di luci
urlando penombre
là dove una voce avvolge il muto

a proferire

---------------"che è no"

from incerti umani (Florence: Passigli Editore, 2013).

Share this Poem with your co-workers or friends