Sono stato un criceto su una ruota

This reading was recorded by Alessandro Mistrorigo at the Teatro Comunale Giuseppe Verdi (www.comunalegiuseppeverdi.it/it/) in Pordenone, Italy (14th of November, 2013).

Read by Roberto Cescon on 14 November 2013

Sono stato un criceto su una ruota

Sono stato un criceto su una ruota
che corre senza sapere perché.
La religione è stata la partita
dopo il catechismo, servire messa
senza errori, processioni e funerali
ordinati come polli sul bancone,
ma quando la ruota si è fermata,
è stato come una pozza che si secca.

Non riesco a credere
che dopo ci sia qualcosa,
un po’ come la fobia dell’acqua:
non credo mi possa sostenere,
perciò devo sempre poggiare i piedi
sulla sabbia melmosa.

Vivere era una retta, ora un segmento.

Il dubbio è un cielo che sta per piovere
dietro il sorriso. Nel frutteto ho piantato
poche cose, che seguono il respiro:
una famiglia, le parole, pochi amici.
Vorrei che la frutta fosse sempre matura,
ma so che basta un attimo.
Rimarranno
le parole, i gesti che siamo stati
da raccontare nel dopo degli altri.

from La direzione delle cose (Rome: Giuliano Ladolfi Editore, 2013).

Share this Poem with your co-workers or friends